Dr.ssa SILVIA BARONI

Medico Chirurgo – Master II livello in Medicina Tradizionale Cinese

L’agopuntura è un’antica metodologia terapeutica che rientra nella medicina tradizionale cinese. Si tratta di un sistema medico prescientifico secondo il quale tutto nel corpo umano, come nel cosmo, è energia. Questa energia scorre attraverso vie preferenziali nel corpo, i canali di agopuntura (o meridiani), che mettono in connessione la superficie corporea con gli organi situati in profondità.
È una medicina alternativa che fa uso dell’inserzione di aghi in taluni punti del corpo umano al fine di promuovere la salute ed il benessere dell’individuo ripristinandone l’equilibrio energetico.
Il punto di agopuntura rappresenta infatti una zona della superficie corporea dove l’energia affiora e diventa manipolabile. La stimolazione di tali aree permette di agire sul flusso di energia nei canali ed esercitare azioni sia locali che a distanza, sia in superficie che in profondità.
L’agopuntura rimane quindi una tecnica che fornisce risultati verificabili e ripetibili per diverse patologie e disturbi, quali:
– muscolo-scheletrici
– neurologici
– gastrointestinali
– endocrinologici
– respiratori
– psichici

Agopuntura in gravidanza:
Totalmente priva di controindicazioni o effetti collaterali, l’agopuntura in gravidanza può essere una metodica ideale nei nove mesi dell’attesa, quando si presentano dei disturbi che alterano le funzioni fisiologiche dell’organismo.
Ecco i disturbi tipici della gravidanza che si possono curare con l’agopuntura:
– Nausea e vomito
– Cefalea
– Lombosciatalgia
– Gambe gonfie
– Rivolgimento fetale (Non si tratta di un disturbo, ma di un possibile inconveniente della gravidanza. Aiutare il bebè a compiere la “capriola” quando si trova in posizione podalica è tra le applicazioni più note dell’agopuntura in gravidanza)

  • Disturbi muscolo scheletrici (cervicalgie, nevralgie, ecc…)
  • Disturbi neurologici (cefalee, herpes zoster,….)
  • Disturbi gastrointestinali (reflusso, gastriti, stipsi,…)
  • Disturbi endocrinologici (dolori mestruali,….)
  • Disturbi respiratori (sinusiti, riniti, ….)
  • Disturbi psichici (attacchi di panico, insonnia)